SUI SENTIERI DELLA GRANDE GUERRA

Passi nella neve 2016

Nella mitologia greca, Eco è una delle ninfe delle montagne che Era, moglie di Zeus, condannò a dover ripetere solo le ultime parole che le venivano rivolte o che udiva. In fisica, l’eco è un fenomeno acustico prodotto dalla riflessione di onde sonore contro un ostacolo e che vengono nuovamente percepite con un certo ritardo rispetto al suono diretto.

A noi, abitanti e custodi di queste montagne, resta il compito di districare tutti gli echi che ancora vi risuonano e conferire loro intensità e forza perché vengano percepiti distintamente e siano, in quest’epoca di pace da conservare, memoria e monito per costruire comunità salde, nazioni dialoganti e un mondo che rispetta le differenze e anzi ne riconosce la straordinaria ricchezza.

 

Aurelia Sandrini                                                Mauro Testini           

Sindaco di Ponte di Legno                                  Sindaco di Vione

1

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con Passi nella neve. Teatro, racconti, voci in Adamello, la rassegna che da undici edizioni commemora le vicende della Prima Guerra Mondiale direttamente nei luoghi in cui è stata combattuta, vissuta e sofferta. L’undicesima edizione di Passi nella neve si svolgerà dal 6 al 12 agosto e coinvolgerà i Comuni di Pontedilegno e Vione. Passi nella neve è inoltre parte di un progetto più ampio, Adamello Guerra e Memoria, promosso dall’Unione Comuni di Alta Valle Camonica.

Sabato 6 agosto ore 16

Dopo il successo dell’anno scorso, Luciano Bertoli torna alle Baite di Vescasa (Pontedilegno, 1640 m. circa), per  naugurare l'undicesima edizione di Passi nella neve. L’attore bresciano leggerà brani tratti da un testo classico della letteratura dedicata alla Prima Guerra Mondiale: Mi uccideranno un venerdì, da Un anno sull’altipiano di Emilio Lussu. A più di settant’anni dalla sua pubblicazione, avvenuta nel 1938 a Parigi, dove Lussu si trovava in esilio dopo essere fuggito dal confino fascista, Un anno sull’altipiano mantiene intatti la propria forza documentaria e valore letterario. Il racconto del capitano Lussu, appartenente alla Brigata Sassari, narra come la guerra venne mal condotta da generali impreparati e presuntuosi, incapaci di rendersi conto dei propri errori, spietatamente decisi a sacrificare migliaia di vite umane pur di conquistare pochi palmi di terra. 

luciano bertoli passi nella neve 2016
Ricky Tognazzi Passi nella neve

Domenica 7 agosto ore 10.30

Alla Conca della Baracca delle Fortificazioni a Costa di CasaMadre avrà luogo l'evento di punta con la presenza di Ricky Tognazzi. L’attore, regista e produttore cinematografico sarà protagonista di un reading dal titolo emblematico: Quella cosa grande (o fetente) che è la guerra

Redatta da un giovane ufficiale dal nome è sconosciuto, questa testimonianza racconta le vicende piccole e allo stesso tempo immani della seconda fase della Grande Guerra, dalle confuse giornate che fecero seguito alla rotta di Caporetto, fino e oltre il termine del conflitto nel 1919. "Quella cosa grande (o fetente) che è la guerra" è anche una ricognizione sugli effetti del primo conflitto globale sulla psiche di un combattente. Si tratta di un curioso approccio alla narrazione bellica: nel testo irrompe una sorta di dimensione mitico-inconscia, con sporadici ma significativi riferimenti alla storia di Pinocchio. La metamorfosi del protagonista della favola di Collodi, letta in una accezione ribaltata e connotata in negativo, manifesta la brutale e alienante condizione del combattente attraverso una narrazione moderna, vitale e illuminante.  

N.B. Vi preghiamo di prendere nota che, rispetto a quanto comunicato sulla brochure dell’evento, c’è stato un cambiamento. Lo spettacolo di Ricky Tognazzi non si svolgerà a Passo Lagoscuro alle 11.00 bensì alla Conca della Baracca delle Fortificazioni a Costa di CasaMadre alle 10.30.

Per raggiungere la Conca della Baracca delle Fortificazioni a Costa di CasaMadre da Ponte di Legno (piazzale Cida), prendi la cabinovia Pontedilegno/Tonale (tempo di percorrenza circa 15 minuti), scendi al capolinea del Tonale e portati verso la Chiesetta dei Frati del Tonale (mt 1.800 circa) e poi segui il sentiero indicato, successivamente il segnavia bianco/rosso. Non sono previsti punti ristoro. Provvedi autonomamente al rifornimento di cibo e bevande.

Per il raggiungimento del luogo di spettacolo vale la responsabilità personale

Percorso di difficoltà medio/bassa - tempo stimato di percorrenza: 1 ora e 50’

Il terreno della Costa di CasaMadre non consente di disporre sedie. Dovrai accomodarti sulla superficie prevalentemente rocciosa.

Venerdi 12 agosto ore 21

L’undicesima edizione di Passi nella neve si concluderà in musica, in Piazza Vittoria a Vione, dove Charlie Cinelli interpreterà Montagna di casa. Uno spettacolo musicale dedicato alla Grande Guerra e alla montagna, in cui azioni belliche -  e non - verranno messe in musica in occasione del 50° anniversario della posa della Croce di Cima Bles. Charlie Cinelli alla chitarra, la fisarmonica di Andrea Bettini, il basso acustico di Roberto Giribardi e il violino di Simone D’Eusanio, omaggeranno le nostre montagne, che meritano rispetto e attenzione poiché sono depositarie della nostra storia e delle vicende di cui, loro malgrado, sono state teatro. Al tema della guerra si affiancherà l’amore per la montagna e la capacità di viverla in modo degno, la descrizione delle camminate con la famiglia o delle gite con gli amici, le canzoni goliardiche intonate intorno alla tavola dopo cena nel rifugio. 

Gli appuntamenti del 6 e 12 agosto sono a ingresso libero; per partecipare all’evento del 7 agosto con Ricky Tognazzi, che non si terrà al Passo Lagoscuro alle 11.00 come previsto inizialmente bensì alla Baracca delle Fortificazioni di Costa di Casa Madre alle 10.30, è invece necessario munirsi del coupon gratuito (vedi box info).
 
INFORMAZIONI GENERALI
da lunedì a venerdì dalle 11 alle 12.30
tel. 030.3759792
info@passinellaneve.it
www.facebook.com/passinellaneve
 
INFORMAZIONI STAMPA
Alice Gussoni
stampa@passinellaneve.it 349.7434156
Crediti
direzione artistica Vittorio Pedrali
coordinamento organizzativo Eureteis
 
Download